Fare meglio con meno per una mobilità sostenibile ed efficace

urban-mobilityPer un territorio come il nostro la mobilità è un tema fondamentale. Sia perché il nostro è un territorio montano e quindi per sua natura spesso difficilmente accessibile, sia perché il Trentino è e deve essere sempre di più un ponte tra l’Europa ed il Mediterraneo.
La questione è: come garantire il trasporto di persone e merci e il collegamento agevole con tutti i territori, garantendo al contempo la sostenibilità economica, sociale ed ambientale?

Servono soluzioni specifiche e innovative che tengano conto dei flussi e della conformazione del territorio. Lungo l’asta dell’Adige va proseguito con forza il sostegno al trasporto su rotaia. La ferrovia del Brennero dovrà essere sempre di più la via d’accesso privilegiata per merci e persone che si spostano tra l’Italia e l’Europa. Per questo è necessario adottare politiche di incentivazione dello spostamento delle merci dalla gomma alla rotaia, investire sul nodo strategico dell’Interporto, adottare politiche anche tariffarie di comune accordo con Bolzano e Innsbruck all’interno del GECT. Il tutto ribadendo un no deciso alla Valdastico.

Credo sia importante investire sulla ferrovia anche come modalità di trasporto interprovinciale, potenziando il numero delle fermate già oggi disponibili con i treni a tratta regionale. Vanno potenziate, anche nella frequenza, le ferrovie della Valsugana e Trento-Malè, facendole diventare nei tratti più prossimi a Trento (Pergine-Trento, Lavis-Trento) delle metropolitane di superficie. Occorre facilitare l’attraversamento della città di Rovereto, completando quanto già programmato.
È anche importante – di concerto con le amministrazioni locali – trovare una soluzione efficace e sostenibile per l’accesso all’area dell’Alto Garda, anche sfruttando i progetti già realizzati.

Una cosa credo sia comunque chiara: il tempo delle grandi opere infrastrutturali è finito. Fare meglio con meno significa anche porre maggiore attenzione alla sostenibilità delle spese e all’ottimizzazione dei risultati, tenendo al contempo presente l’importanza dell’ambiente e della sua salvaguardia.